15.06.2018

Fatturazione intelligente del consumo energetico

PostFinance segue con grande interesse lo sviluppo della tecnologia blockchain. Insieme a Energie Wasser Bern (ewb), ha lanciato un progetto pilota basato sulla blockchain chiamato «B4U». Il responsabile di progetto Matthias Egli ci rivela di cosa si tratta.

Matthias Egli, che cos’è «B4U»?

«B4U», che sta per «Blockchain for Utility», è una soluzione sviluppata da PostFinance insieme a Energie Wasser Bern (ewb). Questa soluzione permette una fatturazione semplice ed efficiente basata sulla tecnologia blockchain. Si fa uso di contatori intelligenti, che vengono collegati alla blockchain come componenti dell’internet delle cose. Una volta registrati, i dati relativi ai consumi e alla produzione vengono utilizzati per il conteggio. La fatturazione avviene tramite una blockchain secondo le regole stabilite in uno smart contract.

Perché PostFinance si confronta con questo tema?

PostFinance segue già da tempo con grande interesse lo sviluppo della tecnologia blockchain. Questa tecnologia, che si presta a fungere da base per modelli di business innovativi nel settore del commercio e della conservazione delle criptovalute, può anche essere utilizzata per la contabilità efficiente di beni e servizi nel commercio. Garantendo una fatturazione intelligente del consumo energetico tramite blockchain, «B4U» si inserisce in questo secondo filone di applicazioni.

Ma come si è giunti a questa collaborazione con il settore energetico?

La nuova Legge sull’energia, entrata in vigore all’inizio del 2018, autorizza la costituzione di comunità di consumo proprio per le reti locali, le cosiddette Local Grids. Così, ad esempio, i proprietari di abitazioni dotate di impianti fotovoltaici possono ora addebitare direttamente ai locatori l’energia elettrica consumata. Tuttavia, affinché ciò sia conveniente dal punto di vista economico, c’è bisogno di una soluzione automatizzata per i prosumer. PostFinance, che era già in grado di offrire la tecnologia e il servizio di fatturazione, aveva bisogno di un partner forte nel settore energetico e l’ha trovato in ewb.

Quali potenzialità schiude «B4U» per PostFinance?

Questo progetto ci consente in primo luogo di mettere a disposizione dei nostri clienti uno strumento semplice che può essere collegato senza alcuna difficoltà al conto PostFinance. Inoltre, con «B4U» possiamo raccogliere esperienze con soluzioni di pagamento e fatturazione basate sulla blockchain, che si possono applicare anche al di fuori del settore energetico. Per PostFinance questo progetto pilota, che andrà avanti fino alla fine del 2018, riveste dunque un grande interesse da molti punti di vista.

I termini in breve

Blockchain
Una blockchain è una nuova tecnologia per banche dati condivise, nell’ambito della quale i partecipanti a una transazione sono collegati direttamente tra loro. La rete che si viene a creare viene gestita da diversi computer, che devono tutti confermare una transazione in maniera codificata. Ogni nodo del network svolge un ruolo nella verifica delle informazioni, inviandole al successivo in una catena composta da blocchi, una blockchain appunto, convertendole in un codice informatico. L’assenza di un qualsiasi intermediario garantisce un traffico delle transazioni più rapido e sicuro.

Smart contracts
Contratti digitali, basati su software, che funzionano secondo il principio «se … allora» eseguendo le condizioni stabilite nel contratto. Le singole parti contraenti interagiscono costantemente le une con le altre comunicando tramite la blockchain in modo digitale.

Prosumer
I prosumer sono allo stesso tempo produttori e consumatori. Nel contesto del progetto «B4U», i prosumer sono i proprietari delle abitazioni che producono energia elettrica grazie a impianti fotovoltaici e che ne fanno uso anche personalmente.